Un museo a cielo aperto: Made in Forte

30 marzo 2017

Made in Forte: quando il museo è a cielo aperto

A Forte dei Marmi la primavera arriva presto con Made in Forte 1.0. Percorsi di arte e di luce. Si tratta di un evento artistico e culturale che si è aperto il 18 febbraio e si concluderà il 31 maggio.

È una rassegna d’arte contemporanea: 9 artisti selezionati, diversi per età e linguaggi, sono stati chiamati a riflettere sulla città. Il loro punto di vista è sia estetico sia storico-culturale.

Le installazioni si trovano lungo le vie della città, in dialogo con i cittadini verso il culmine di Piazza Marconi. Lì si cela l’allestimento dell’architetto Alberto Bartalini.

È un itinerario percorribile a piedi o in bicicletta, di giorno e di notte. D’altronde l’arte non ha tempi stretti per doversi esprimere.

Quali artisti saranno presenti?

Nove artisti, dunque, per novi spazi strategici. Gustavo Aceves, Thomas Lange e Matteo Nasini hanno collocato le loro poetiche opere nell’area del pontile. Antonio Barbieri, Valentina Palazzari e Caterina Tosoni si sono invece ispirati al tessuto urbano della città per offrire la loro riflessione sulla quotidianità. Oliviero Rainaldi e Helidon Xhixha hanno lavorato la terracotta e il marmo, creando opere contemplative sull’umano e sulla natura. Infine c’è Gregorio Botta, la cui opera è collocata all’interno del Fortino. Cercherà così di attivare una riflessione sul rapporto tra concetto e materia.

Ci sono tantissimi motivi per partecipare a questa manifestazione: se ami il bello, l’arte o più in generale gli stimoli riflessivi che il dialogo con gli artisti può scatenare, il museo a cielo aperto di Forte dei Marmi è l’occasione giusta.

Tag: #arte #Forte dei Marmi #Mostra #Versilia Arte contemporanea Made in Forte Museo