In Wellness

Qualcuno è già rientrato in ufficio, riprendendo il solito tran tran, e qualcun altro è ancora al mare, godendosi gli ultimi giorni di meritato riposo. Nonostante ciò, il termine si avvicina anche per loro ed evitare lo stress da rientro – che colpisce circa due persone su dieci – diventa fondamentale, per non vanificare tutti i benefici avuti durante il periodo vacanziero. Ecco allora qualche piccolo consiglio per prepararsi ad affrontare la routine quotidiana!

 

Ultimi giorni di vacanza? Utilizzali per evitare lo stress da rientro

L’imputato chiamato al bancone per rispondere alle domande dell’accusa è lui: il cambio repentino delle abitudini, che passano in poco più di 24 ore da lente e rilassate a frenetiche. Cosa provoca? Disagio, malinconia, stanchezza e irrequietezza.  

Per evitare di incappare in queste situazioni, meglio utilizzare gli ultimi giorni di vacanza per svolgere delle attività che non abbiamo mai avuto il tempo di fare durante l’anno e che abbiamo sempre rimandato. Potrebbe essere una semplice lettura di un libro che ci aspettava sul comodino o fare ordine nel nostro armadio, nella nostra casa o nella nostra vita. Il livello di soddisfazione che ne trarremo ci aiuterà ad affrontare con la giusta energia il nuovo periodo lavorativo che si prospetta e lo stress da rientro sarà tenuto alla larga.

 

Settembre, mese di nuovi progetti

Per molti però, settembre non è solo il mese contrassegnato dal bollino rosso “stress da rientro”, piuttosto per molti è il mese perfetto per fare una sorta di nuovo inizio anno, con altrettanti nuovi progetti e nuovi elenchi di buoni propositi da attaccare al frigorifero per ricordarsene tutte le mattine. Tutte buone abitudini che ci aiuteranno a prevenire lo stress da rientro. Ad esempio, se in vacanza ci siano accorti che dormire bene ci ha portato dei benefici, perché non continuare così? Dormendo per circa 8 ore a notte?

 

Ultimi consigli: sì a zuccheri e carboidrati, no alla tecnologia

Oltre a dormire molto bene, un altro paio di accorgimenti ci aiuteranno a migliorare il nostro rientro. Sì a zuccheri e carboidrati, ma senza esagerare: al nostro cervello faranno benissimo. Inoltre, la melatonina contenuta nella buccia dei chicchi d’uva, ad esempio, può essere un valido aiuto all’umore. Approfitta della luce del sole anche in città, magari allungando il percorso per arrivare alla metro o facendo pausa pranzo all’aperto. Alla sera invece, vietati cellulare, tablet e pc in camera da letto. Rappresenterebbero solo un prolungamento della giornata lavorativa. Perché non un buon libro invece? Proprio come quando si era in vacanza?

Recommended Posts
Contattaci

Scrivici per qualsiasi informazione e ti risponderemo il prima possibile

Not readable? Change text. captcha txt
Twiga Beach Club - La fine dell’estate? Solo con il Closing Party!Septemberfest
X