Piquadro, e il viaggio si alleggerisce

07 Giugno 2019

Quando Marco Palmieri fondò Piquadro

Era il 1987 quando un giovanissimo Marco Palmieri, all’epoca studenti di ingegneria, fonda Piquadro. Una sfida che, però, da subito si caratterizza per il connubio tra lavorazione tradizionale italiana, qualità, design e innovazione. Qualità che fin da quando era solo una piccola realtà produttrice di articoli di pelletteria per conto di terzi porta nel suo DNA e che non ha perso di vista neanche quando 11 anni passati a produrre per le più prestigiose aziende made in Italy di lusso, Piquadro decide di lanciare il proprio marchio.

Attenzione italiana

Una storia relativamente breve per il brand nato tra i colli bolognesi e che ha, argutamente, scelto di puntare su prodotti professionali e da viaggio per distinguersi sul mercato. Una scelta talmente vincente dato che ormai “viaggio” e “borse e accessori business” fanno rima con Piquadro e che ha portato l’azienda a essere quotata in borsa e ad avere punti vendita in tutto il mondo, cominciando dalla prima boutique aperta nel 2000 in una delle vie maggiormente iconiche dello shopping di qualità: via della Spiga a Milano.

Oggi, tutti i prodotti Piquadro – riconoscibili immediatamente dal quella linea di un colore più acceso che definisce e rifila la struttura di borse, zaine e accessori – sono il frutto di un’attenta progettazione. Diversi sono i brevetti depositati dalla Società, a riconoscimento delle numerose novità tecnico-funzionali implementate. Anche il più piccolo particolare viene studiato e disegnato da un team intero di designer che conoscono e interpretano i valori del marchio.

La collezione Bagmotic

Il sapiente mix tra design e innovazione è ben visibile in una delle ultime collezione del brand: Bagmotic, composta da borse e accessori intelligenti. Una sorta di bag automation che Piquadro sviluppa da tre anni esplorando la moderna filosofia dell’IoT, l’Internet of things. Tracker, lucchetto Bluetooth, maniglia con bilancia, powerbank, placca USB sono le funzioni intelligente dei nuovi prodotti, tutte gestibili tramite app. Così, borse e trolley Piquadro diventano capaci di comunicare con lo smartphone, allertare il proprietario se la valigia si sta allontanando, ricaricare per contatto cellulare o tablet.

Lo sapevi che…

… Piquadro sta per P al quadrato? È la sintesi e fusione di Palmieri, il suo fondatore, e di pelletteria.

Tag: Piquadro