Pietrasanta in Concerto: appuntamento con la musica sotto il cielo stellato

16 Luglio 2019

Dieci racconti fatti di note, emozioni, scoperte e star della musica mondiale da ascoltare sotto il cielo stellato della perla della Versilia, dal 19 al 28 luglio. Succede a Pietrasanta In Concerto, il Festival Internazionale di Musica che quest’anno giunge alla sua XIII edizione e che, sotto la direzione artistica del maestro Michael Guttman, noto per suonare un violino Guarnieri del 1735, si appresta ad avvicinare il pubblico alla grande musica classica.

Pietrasanta In Concerto, la colonna sonora dell’estate della Versilia

La suggestiva cittadina della Versilia, da sempre nota per essere l’Atene italiana dell’arte e della cultura, si prepara a trasformarsi per dieci giorni nella capitale della musica classica offrendo concerti con protagoniste le star mondiali. I colori arcobaleno di Gilles Apap, i luminosi fuochi d’artificio dello Stradivari di Vadim Repin, le calde onde sonore del violino di Guy Braunstein e il fluorescente mondo elettrico di Jean-JeanLuc Ponty, abbaglieranno con il suono sfaccettato dello strumento che farà da fil rouge a tutta l’edizione: il violino.

Ad aprire le danze venerdì 19 luglio il concerto di Gilles Apap e del quartetto i colori dell’invenzione che interpreteranno e attualizzeranno brani come Le Quattro Stagioni di Vivaldi e l’Adagio e rondo di Mozart. Il weekend, invece, vedrà i talenti della Berlino classica tra cui Guy Braunstein, Amihai Grosz e Gili Schwarzman. Mentre lunedì 22, sotto il titolo de Sogno di una notte di mezza estate, saranno Vadim Repin, zar russo del violino, a esibirsi insieme al direttore Michael Guttman.

Al via la XIII edizione di Pietrasanta in concerto

L’antico fascino della musica classica secondo Guttman

La musica classica ha spesso un’immagine molto seria e accademica – spiega Michael Guttman – il mio impegno è invece quello di presentarla in maniera contemporanea, attuale e viva. Per questo ho scelto anche quest’anno di ospitare nel cartellone concerti che nella classica affondano le proprie radici, ma la attualizzano e la aprono anche a nuove frontiere.

Le location prescelte per il Festival saranno il Chiostro di Sant’Agostino, luogo privilegiato per la sua straordinaria acustica, la Rocca di Pietrasanta e, per la prima volta, anche negli eleganti spazi del MuSA, il Museo Virtuale della Scultura e dell’Architettura di Pietrasanta.

Il Festival è ormai riconosciuto come uno dei più prestigiosi del panorama musicale e promette, anche quest’anno, di conquistare con le sue melodie appassionati e non solo. Per scoprire il programma completo delle serate e prenotare il tuo biglietto clicca qui.

Tag: #Pietrasanta