La bandiera arancione del Touring Club Italiano sventola su Fosdinovo

09 maggio 2017

È il marchio di qualità turistico ambientale che il Touring Club Italiano dedica alle piccole località che si distinguono per valorizzazione del patrimonio culturale, tutela ambientale, cura dell’ospitalità e fruibilità delle risorse. Una ‘semplice’ bandiera arancione che sta però a indicare un’enorme ricchezza. E una di queste sventola proprio a Fosdinovo, splendido borgo trecentesco arroccato in Val di Magra, in grado di regalare un panorama unico: mar Tirreno e colline toscane riempiono infatti gli occhi dei visitatori.

Nominare Fosdinovo vuol dire anche menzionare il suo splendido castello, tra i più noti in Italia. Questo maniero – tuttora egregiamente conservato – fu la residenza e centro politico della famiglia Malaspina che nei secoli lo adibì anche a funzioni di rappresentanza. Il feudo diede anche ospitalità al poeta della Commedia Dante Alighieri. Oggi è possibile visitare gli appartamenti ducali e tratti della rocca medievale, da cui si sviluppa un nastro di case immerse nel verde della collina.

Percorrete la via principale del borgo e giungete fino alla parrocchiale, dedicata a San Remigio, santo francese il cui culto si diffuse in Italia attraverso la Via Francigena, in cui si trova il monumento sepolcrale di Galeotto Malaspina, databile agli anni ’70 o ’80 del XIV secolo. Ma il momento migliore per visitare Fosdinovo è l’estate: agli inizi di luglio il borgo regala suggestive atmosfere medievali grazie alla tradizionale rievocazione storica.

Pronti a immergervi nel Medioevo stando a oltre 600 metri di altitudine?

Tag: #Versilia borghi d'Italia borgo medievale castello di Fosdinovo Dante Alighieri Fosdinovo Malaspina Touring Club Italiano