Infila gli scarponi, si scala il Monte Sumbra

13 giugno 2017

Caldo? Monte Sumbra è la risposta!

Se il caldo della città diventa intollerabile la soluzione è il Monte Sumbra, una meraviglia naturale da scalare con piacere per dominare la Versilia dall’alto.

È, d’altronde, una delle vette tipiche del paesaggio apuano: ogni scalata su questo monte a forma di panettone regala soddisfazioni incredibili.

Provare per credere!

Monte Sumbra: l’itinerario

Si parte dal piccolo e grazioso borgo di Arni, raggiungendo lo sparuto gruppo di casette di Orioli per iniziare a camminare sul segnavia 144. Solo qualche passo ti dividerà dalla vegetazione rocciosa tipica delle montagne.

Il crinale mette a dura prova coloro che non amano particolarmente lo sport, ma gli sforzi non sono eccessivi. Infatti seguendo fedelmente il sentiero si taglia in diagonale il versante meridionale del monte Fiocca. E si arriva dritti a Malpasso. Qui all’altezza di 1425 metri si apre alla vista un panorama indescrivibile.

Salendo ti addentrerai in un bosco particolare. È quello del Fatonero, una vera e propria faggeta sospesa che pare sia abitata da folletti dispettosi, o almeno così narra la leggenda.

Se riuscirai ad uscirne indenne – ma noi siamo fiduciosi dell’esito positivo – ti addentrerai sul passo Fiocca, che introduce a una serie di lastre rocciose in direzione 1550 metri di quota.

La fatica termina qui, perché il tratto finale si sviluppa lungo un attrezzato sentiero piano.

E poi?

E poi c’è la spettacolare vista delle Alpi Apuane, totalmente immersi nel fresco delle alture e nel silenzio del monte.

Allettante, no? Il Monte Sumbra non aspetta altro che essere scalato, in palio c’è la pace dei sensi.

Tag: #Versilia Escursioni Monte Sumbra