In Arte

Pontormo in 3D: un’esperienza imperdibile

A Lucca è arrivata l’arte del Pontormo in 3D: una mostra succulenta da gustare fino al 21 Ottobre. Inaugurato a fine Agosto, questo innovativo modo di fruizione dell’arte in chiave tecnologica mette in scena il grande artista del Cinquecento.

Ideata e prodotta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, questa mostra è gratuita. Ed è allestita nella lucchese Chiesa di San Franceschetto, annessa al Complesso Conventuale di San Francesco.

L’esperienza è davvero unica: protagonista è infatti un video girato esclusivamente in 3D. Con la regia di Maurizio Bernardi, il racconto visivo mette in scena il Ritratto di giovinetto, dipinto attorno al 1525. Attualmente è conservato al Museo Nazionale di Palazzo Mansi, è una delle opere rinascimentali più importanti presenti nel territorio versiliese. D’altronde, apparteneva all’importante serie di collezioni medicee!

Chi era il giovinetto?

Due voci si alternano per raccontare la storia dell’opera, analizzando sia la nascita e le fasi pittoriche del dipinto, sia la psicologia dell’artista e le sue tecniche innovative. Dubbia è stata, per secoli, l’identità del giovinetto rappresentato. La critica ravvede i tratti di Alessandro de Medici, conosciuto come “Il Moro”: le pennellate quasi nervose, sicuramente anticlassiche, vengono approfondite nel video. E forse, chi lo sa, potrebbe finalmente riemergere la verità.

Sei pronto? Immergiti nel viaggio nei meccanismi del Pontormo in soli quindici minuti: per scoprire l’uomo, prima che l’artista.

Recommended Posts
Contattaci

Scrivici per qualsiasi informazione e ti risponderemo il prima possibile

Not readable? Change text. captcha txt
orrido di botri
X