Tutti pazzi per il Babasucco

05 luglio 2018

Nell’immaginario collettivo, estate fa da sempre rima con relax. Soprattutto è un momento per ricaricarsi, abbandonare le energie negative e tornare più attivi e in forma all’appuntamento settembrino. Una sorta di pausa di metà anno (superata) per disintossicarsi: ma se tutto parte dalla mente, quest’ultima va accompagnata dal corpo. Del resto, la massima Mens sana in corpore sano resta attuale e veritiera. Come fare? Con i magici estratti Babasucco, nati a Milano nel 2013: sono completamente Made in Italy, amati da celebrity e dai più, che arrivano direttamente a domicilio.

Qualità al 100%

Solo verdura e frutta di ottima qualità: questi gli ingredienti alla base di Babasucco. Anche il procedimento è all’insegna dell’eccellenza: banditi i conservanti e gli zuccheri aggiunti, l’azienda predilige la pressatura a freddo ottenuta grazie al principio della pressa idraulica. Così, dopo aver frantumato e poi pressato gli alimenti, i succhi subiscono una minor ossidazione, hanno più fibre e sono più nutrienti.

Come funziona il trattamento detox Babasucco?

Le qualità e i pregi ci sono tutti ma la domanda essenziale è: come funziona una giornata di detox con Babasucco? Innanzitutto, serve un po’ di organizzazione: scegliete un giorno in cui non sono previsti (in tale ordine): cene con amici, stress e attività fisica. Puntate la sveglia alle 8 di mattina e iniziate con il primo succo delle sei boccette (ognuna da 500ml) che vi arriveranno comodamente a casa dopo averle ordinate sul sito ufficiale dell’azienda. Poi ogni due ore e mezza si rinizia, fino alle 20.30 di sera.

Detox, digestivo, antiage, tonico, drenante e proteico

Ogni bottiglia ha un colore diverso – in base agli ingredienti contenuti – e un numero, impossibile sbagliare l’ordine! Il primo, chiamato detox, contente finocchio, mela verde, sedano, lime, menta, spinaci e la celebre alga spirulina; non ha un sapore particolarmente accattivante ma lo sforzo vale l’obiettivo dato che protegge il corpo dai radicali liberi in eccesso; si prosegue con il digestivo – ananas, carote, zenzero e papaya – dal sapore decisamente più buono.

Barbabietola, mela, limone, cetriolo e bacche di açai sono gli ingredienti del terzo Babasucco, l’antiage che, come dice il nome, è un prezioso alleato del sistema immunitario. Nel primo pomeriggio si arriva al tonico (acqua minerale alcalinizzata, limone, succo d’agave, pepe di Cayenna), nel tardo pomeriggio al drenante (melone, pera, kale, semi di chia e prezzemolo) per terminare col proteico, costituito da acqua minerale alcalinizzata, mandorle, succo d’agave, sale dell’Himalaya e proteine della canapa.

Al mattino successivo ci sarà solo una piacevole (e forse un po’ dimenticata) sensazione di pancia piatta e leggerezza. Una sorta di chimera che prende forma davanti ai nostri occhi: e il corpo è finalmente soddisfatto.

Il programma Babasucco può durare un giorno o prolungarsi fino a 3/5 giorni. L’azienda – e tutti coloro che l’hanno provato – suggeriscono di ripeterlo durante l’anno per depurare il nostro corpo, un obiettivo che si può facilmente ottenere dato che i succhi non attivano il processo digestivo e apportano il massimo quantitativo possibile di vitamine, enzimi e sali minerali.

Tag: Food & Beverage