Più pecorino toscano DOP per tutti

29 giugno 2017

Da sempre protagonista della cucina italiana

Perché mai rinunciare a tale bontà? Del resto, anche Plinio il Vecchio decantava le qualità del cacio marzolino, ovvero del pecorino toscano!

Ottenuto da latte intero esclusivamente di pecora a pasta tenera o semidura, oggi come ieri questo formaggio caratterizza la tradizione casearia toscana, fino a diventarne ambasciatore all’estero! Soprattutto dal 1996, quando gli è stata riconosciuta la denominazione di origine protetta, DOP.

Il suo sapore unico, delicato o intenso a seconda della lavorazione, racconta la lunga storia della sua produzione, del legame del territorio e della vera qualità del made in Italy. Per questo è così apprezzato.

Prodotto in due varianti, fresco e stagionato, uno dalla crosta giallo paglierino e dalla pasta bianca e l’altro contraddistinto da colori e sapori più intensi fino a toccare il piccante, si abbina con diversi vini pregiati toscani: dalla Vernaccia di San Gimignano al Brunello di Montalcino.

Inoltre, è da sempre al centro della tradizione gastronomica italiana – da quella popolare a quella più creativa dei grandi chef. Dagli antipasti ai primi, dai secondi fino ai dessert sono variegate e molteplici le ricette che ‘profumano’ di Pecorino Toscano DOP.

Ovviamente è ottimo anche da solo, ma se entra nella vostra cucina allora la parola d’ordine è sbizzarritevi!

Tag: cacio marzolino Cibo cucina tipica Food pecorino pecorino toscano pecorino toscano dop