Giuseppe Carta stupisce Pietrasanta con “Orti della germinazione”

21 maggio 2017

È all’insegna della meraviglia e dello stupore che la mostra “Giuseppe Carta. Orti della germinazione” accoglie – fino all’11 Giugno – il pubblico nella Piazza del Duomo di Pietrasanta, luogo designato per l’installazione di un peperoncino alto 16 metri che dal suolo si erge verso il cielo, immagine iconica e tradizionale, ma al contempo pop per la sua naturale cromia rossa e carico di simbolismi. La superficie – mossa da sporgenze e rientranze – calamita ancor di più l’attenzione dei visitatori, catturando la luce e diffondendola all’ambiente circostante.

A stupire non è solo il gigantesco peperoncino, ma anche l’ampia antologia di circa cento opere tra sculture monumentali, in bronzo, marmo, alluminio e resina, e oli su tela esposti nella già citata piazza – una delle più suggestive d’Italia – e nell’adiacente Chiesa di Sant’Agostino. La personale – promossa da Arte Contemporanea Italiana e dal Comune di Pietrasanta – dell’artista da sempre legato alla natura, per lui simbolo di bellezza e nuova vita, anche laddove apparentemente la vita non vi è più, punta alla trasformazione degli spazi urbani in luoghi di germinazione di pensiero: frutta e verdura quali simboli di fertilità e impulso alle idee.

La mostra si estende infine, anche sul pontile di Forte dei Marmi con l’enorme melagrana dischiusa realizzata nel 2012 e diventa simbolo di prosperità e nuova vita.

Tag: #Forte dei Marmi #Pietrasanta #Versilia Giuseppe Carta Mostre Oli su tela Orti della germinazione