Festa della Donna: curiosità e suggerimenti per festeggiare l’8 Marzo

06 marzo 2018

Il giorno della Festa della Donna è ormai alle porte: l’8 marzo sta arrivando per ricordare e celebrare quella dolce fetta di mondo femminile che in realtà, ben si sa, andrebbe festeggiata tutti i giorni. La giornata, però, può trasformarsi nel pretesto perfetto per organizzare qualcosa di particolare da condividere con le amiche o con la dolce metà e una ragione in più la darà il tempo che finalmente bacerà la penisola – Versilia compresa – con temperature miti e una primavera anticipata.

Celebrare tutte le “dolcemente complicate”

La Festa della Donna arriva ogni anno – per l’esattezza dal 1922 – per ricordare le “così, dolcemente complicate, sempre più emozionate, delicate” come cantava Fiorella Mannoia in una celebre canzone. Ma anche per omaggiare le conquiste sociali, economiche e politiche che hanno contraddistinto la loro storia. E se la nascita di tale festa affonda le proprie radici in un infelice accaduto –  un incendio in una fabbrica americana – oggi si tinge di felicità, una felicità gialla come il fiore che si è soliti regalare.

La mimosa: una tradizione imprescindibile

Già, perché la tradizione vuole che l’8 marzo si regali un mazzolino di mimose. Scelta come omaggio e simbolo alle donne, tale pianta fiorisce proprio nei primi giorni di marzo. La curiosità che lega la timida mimosa dai pallini gialli alla Festa della Donna è tutta italiana. Nel 1946 l’U.D.I., l’Unione Donne Italiane, essendo alla ricerca di un fiore che potesse celebrare la prima ricorrenza della festa nel dopoguerra, scelse la mimosa: era l’unica a esser già fiorita. Da lì, ecco che il fiore ha coinvolto e toccato diversi ambiti: dalla cucina con la celebre torta mimosa, alla mise en place che per una volta può essere caratterizzata da tocchi di colori nella tavola imbandita a festa.

La Festa della Donna nel mondo

E nel resto del mondo come si festeggia l’8 marzo? Festa nazionale in Russia che vede celebrazioni in famiglia e con visite agli amici, il tutto condito da pasti sfarzosi. Addirittura, durante la Festa della Donna sono gli uomini a occuparsi delle faccende domestiche! In Colombia invece, vige l’esclusività: niente uomini ma solo donne per i festeggiamenti. Nella Grande Mela ci pensa il Code Pink Women for Peace a organizzare una serie di eventi che dal 6 all’8 marzo coinvolgono tutta la città.

Perché non regalare un soggiorno al Twiga?

Per la Festa della Donna perché non regalare o regalarsi un soggiorno al Twiga Beach Club? Dopo aver sopportato le intemperie e le rigide temperature portate da Burian, un’ottima soluzione è quella di guardare alla bella stagione in arrivo, prenotando in anticipo un soggiorno in Versilia all’insegna dell’esclusività e dell’eleganza. Le prenotazioni al Twiga sono già aperte e i servizi messi a disposizione degli ospiti sono davvero numerosi: dalle raffinate tende arabe al wellness center, agli aperitivi vista mare. Cosa aspettate? Chiamate il +39 058421518 o +39 3939356127 o scrivete a [email protected]

Tag: donne Festa della Donna