Fascino frizzante e un successo che seduce: sono le bollicine di Veuve Clicquot

05 giugno 2018

Sono le bollicine più celebri, con una storia che affonda le sue radici nel lontano 1772 quando Philippe Clicquot, uomo d’affari e proprietario terriero, fondò un négoce de vin à l’enseigne Clicquot. Gli anni si susseguono e Veuve Clicquot diventa una delle più grandi case produttrici di champagne del mondo. Un fascino frizzante e un successo che seduce: impossibile resiste a questo mix!

Veuve Clicquot o la vedova che cambiò il mondo dello Champagne

Origini lontane e la consapevolezza di aver svolto un ruolo fondamentale nell’affermazione dello champagne come uno dei vini preferiti negli ambienti dell’alta borghesia e della nobiltà europea. Ma, come la saggezza popolare sostiene, dietro a un grande uomo c’è sempre una grande donna: per la storia di Veuve Clicquot il merito va alla moglie di François, Nicole che, dopo aver ereditato dal marito tutta la passione e tutte le competenze per la produzione e per la commercializzazione dello Champagne, riesce a far crescere l’impresa fino a farla diventare una delle Maison più famose e rinomate non solo della zona di Reims, ma di tutta la regione della Champagne. Doppio il merito se si pensa che a soli 27 anni Nicole rimase vedova, prese in mano le sorti dell’azienda lasciatole dal marito e divenne una delle prime grandi imprenditrici donne della storia moderna. È proprio da questa peculiare quanto coraggiosa vicenda che le bollicine prendono il nome: Veuve Clicquot non è altro che la vedova Clicquot.

Una storia da romanzo d’appendice

Il primo champagne millesimato risale al 1810, molti i perfezionamenti e lo studio delle tecniche ma anche l’audacia che portò, solo 4 anni dopo, Veuve Clicquot alla conquista dell’oltre Europa. Eccellenza, ardimento, una storia perfetta per il miglior romanzo d’appendice che si rispetti e tante, tantissime bollicine. Attualmente il brand è parte del gruppo del lusso LVMH e continua il suo percorso di conquista di tutti i flûte con il suo design immediatamente riconoscibile e la sua sempiterna etichetta rettangolare riportante la firma de La Grande Dame de la Champagne.

E tu, di quali bollicine sei?

Vanno a comporre il nutrito bouquet di aromi della maison il classico Brut Yellow Label, simbolo del brand dal 1772 contraddistinto da un equilibrio perfetto tra vigore e raffinatezza, lo Champagne Extra Brut Extra Old, il romantico e fruttato Rose Champagne – onore al primo champagne Rosé per assemblaggio della storia realizzato nel 1818 aggiungendo una percentuale di vino rosso al Brut Yellow Label, i versatili Veuve Clicquot Rich e Rich Rosé, lo Champagne Demi-Sec omaggio ai sapori del XIX° secolo, la collezione Vintage e la proposta Grande Dame.

Viva la curiosità

Nicole, che non era una sprovveduta ma una vera perfezionista, nel 1816 inventò la prima table de remuage, una tavola che inclina le bottiglie, facendo gradualmente scivolare i sedimenti verso il collo della bottiglia, rendendo così lo Champagne limpido e notevolmente più nobile.

Tag: consigli curiosità Veuve Clicquot