Cocktail: un Irish Coffee da riscoprire

L’Irish Coffee è una di quelle bevande irrimediabilmente pacchiane che, fatte bene (o consumate abbastanza tardi la sera) sono, in realtà, eccezionali. (Fra questi potremmo annoverare anche la Pina Colada, il Frozen Daiquiri e praticamente tutto ciò che contiene Blu Curacao.).

Anche se quando penso ai cocktail mi viene voglia d’estate, in questo momento, davanti al camino con il cane che dormicchia accanto a me, avrei davvero voglia di un perfetto Irish Coffee. Sarà che mi ricorda la fine degli anni ’80, quando non si beveva altro nei locali fiorentini? O sarà che ancora mi ricordo di quello che ho assaggiato questo autunno, in un locale Londinese?

Hanno imparato, anche a Londra, ad utilizzare gli spazi all’aperto e questo posto particolare è uno dei miei preferiti: dove puoi sprofondare in divanetti coperti di cuscini in seta indiana e coprirti con le loro meravigliose coperte in eco pelliccia che il cameriere ti porta appena ti siedi. E proprio lì, non chiedetemi perché, ho deciso di ordinare un Irish Coffee nonostante ne avessi un pessimo ricordo, viste le mode di 20 anni fa…

Credo che la ormai scarsa reputazione dell’Irish Coffe derivi dal fatto che spesso è ben lungi da quella ricca miscela di caffè leggermente amaro con un odore di nocciola, zucchero caramellato e whisky che contrasta meravigliosamente con il fresco della panna appena montata.
Un caffè poco buono, un whisky di bassa qualità e – orrore! – una panna dalla bomboletta vi faranno odiare un Irish Coffee per sempre.
Eviterei inoltre di tentare le innumerevoli umiliazioni che ha subito negli anni (come tanti cocktail classici), tipo l’aggiunta di Baileys o la decorazione verde con Creme de Menthe “per renderlo più irish”.

Ci sono due o tre cose fondamentali da tenere a mente per poter preparare un Irish Coffee come si deve e la prima non farà felici i puristi del caffè italiano…
L’espresso non va bene per questo drink. Fatevene una ragione. Il nostro amato caffè del bar risulta troppo denso e amaro per un cocktail di questo tipo.
La moka nemmeno.
Non pensate neanche lontanamente al caffè istantaneo e rassegnatevi invece a preparare un caffè filtrato (americano per intenderci, che non è un espresso allungato con acqua calda!).
Vi assicuro che la combinazione è perfetta con il morbido whisky irlandese.

E passiamo alla seconda cosa: il whiskey, appunto. Rigorosamente irlandese, niente scuse.

Last but not least: anche se di solito non mettete lo zucchero nel caffè, in questa ricetta è praticamente essenziale e non solo per il sapore. Senza lo zucchero la panna non galleggerà per bene quindi, per favore, non omettetelo!
Si dice che l’originale preveda lo zucchero di canna ma molti intenditori consigliano la varietà Muscovado (io ne vado pazza e non solo per l’Irish Coffee).

E adesso arriviamo alla parte più difficile.
Qual è il trucco per assicurarsi che la panna galleggi e non si mescoli al caffè? Intanto, non scoraggiatevi al primo tentativo…
Penso che il segreto sia usare un caffè caldo bollente e una panna molto fredda e, soprattutto, non troppo montata: basterà sbatterla velocemente fino a che non si addensa leggermente.

Che non vi venga neanche in mente di usare panna a lunga conservazione o a ridotto contenuto di grassi!
Un buon trucco (con il quale bisogna esercitarsi un po’) è di far colare la panna nel bicchiere dal dorso di un cucchiaio, così da evitare che sprofondi subito.

Per ultimo, consiglio vivamente una veloce grattugiata di noce moscata che, oltre a decorare la panna, regala un sapore in più.

L’Irish Coffee perfetto

  1. Riempite un bicchiere resistente al caldo di acqua bollente e mettete da una parte.
  2. Sbattete brevemente la panna, fino a che non presenta più bollicine ed ha raggiunto una certa densità – ma senza montarla. Ponetela in frigo.
  3. Sciogliete lo zucchero in un pentolino con due cucchiai di acqua bollente e portate ad ebollizione. Dovrebbe diventare uno sciroppo quasi immediatamente.
  4. Togliete il pentolino da fuoco e aggiungete il whiskey.
  5. Svuotate il bicchiere dall’acqua, versate lo sciroppo di whiskey sul fondo, dopodiché aggiungete il caffè mescolando.
  6. Togliete la panna dal frigo e, aiutandovi con un cucchiaio girato, versatela lentamente sopra al caffè.

Grattugiate un po’ di noce moscata e… Beh, potete scegliere: caminetto o divano in seta marocchina con coperta.
Qualunque sia, ricordatevi che l’Irish Coffee va gustato mooolto lentamente. No rush…